Vai ai contenuti
Il vaccino Covid Pfizer come funziona?
F-Medical Group la Salute a Frosinone
Pubblicato da Redazione F-Medical in News · 7 Gennaio 2021

  Il vaccino Covid Pfizer come funziona?


Il Vaccino Covid Pfizer / BioNTech Covid è un vaccino a mRNA che utilizza una tecnologia all'avanguardia.  Il vaccino Covid Pfizer agisce introducendo nell'organismo materiale genetico, chiamato mRNA, che contiene le istruzioni per produrre la cosiddetta proteina “spike” del coronavirus.
In risposta a queste proteine, vengono attivate le vie immunitarie del corpo, una risposta che offre protezione se dovessimo incontrare il virus stesso.
Uno studio clinico ha dimostrato che il vaccino ha un tasso di efficacia del 95% nella prevenzione del Covid-19.
Come Agisce il coronavirus nel corpo Umano?
Il virus SARS-CoV-2 nel corpo umana è costellato di proteine che utilizza per entrare nelle cellule umane e sviluppare la patologia e i sintomi. Queste cosiddette proteine ​​spike sono un bersaglio allettante per potenziali vaccini Covid e trattamenti curativi .
  
Come il vaccino Moderna , il vaccino Covid Pfizer-BioNTech si basa sulle istruzioni genetiche del virus per costruire la proteina spike.


Il vaccino Covid utilizza l'RNA messaggero, materiale genetico che le nostre cellule leggono per produrre proteine.
La molecola - chiamata mRNA in breve - è fragile e verrebbe fatta a pezzi dai nostri enzimi naturali se fosse iniettata direttamente nel corpo. Per proteggere il loro vaccino, Pfizer e BioNTech avvolgono l'mRNA in bolle oleose costituite da nanoparticelle lipidiche.

  
A causa della loro fragilità, le molecole di mRNA cadranno rapidamente a pezzi a temperatura ambiente.  
Pfizer sta costruendo contenitori speciali con ghiaccio secco, sensori termici e localizzatori GPS per garantire che i vaccini possano essere trasportati a –70 ° C (94 ° F) per rimanere vitali.

Dopo l'iniezione del Vaccino Covid, le particelle del vaccino urtano le cellule e si fondono con esse, rilasciando mRNA.
Le molecole della cellula leggono la sua sequenza e costruiscono proteine ​​spike. L'mRNA del vaccino Covid viene infine distrutto dalla cellula, senza lasciare tracce permanenti.



  
Alcune delle proteine ​​spike formano spike che migrano sulla superficie della cellula e sporgono le punte. Le cellule vaccinate suddividono anche alcune delle proteine ​​in frammenti, che presentano sulla loro superficie. Questi picchi sporgenti e frammenti di proteine ​​spike possono quindi essere riconosciuti dal sistema immunitario.
Quando una cellula vaccinata muore, i detriti conterranno molte proteine ​​spike e frammenti proteici, che possono quindi essere assorbiti da un tipo di cellula immunitaria chiamata cellula che presenta l'antigene.  
La cellula presenta frammenti della proteina spike sulla sua superficie.  
Quando altre cellule chiamate cellule T helper rilevano questi frammenti, le cellule T helper possono dare l'allarme e aiutare a effettuare il marshalling di altre cellule immunitarie per combattere l'infezione.
Altre cellule immunitarie, chiamate cellule B, possono urtare contro i picchi di coronavirus sulla superficie delle cellule vaccinate o frammenti di proteine ​​spike fluttuanti. Alcune delle cellule B potrebbero essere in grado di agganciarsi alle proteine ​​spike. Se questi linfociti B vengono poi attivati ​​dai linfociti T helper, inizieranno a proliferare e verseranno anticorpi che mirano alla proteina spike.
Gli anticorpi possono attaccarsi ai picchi del coronavirus, contrassegnare il virus per la distruzione e prevenire l'infezione bloccando gli spike dall'attaccarsi ad altre cellule.



  

Le cellule che presentano l'antigene possono anche attivare un altro tipo di cellula immunitaria chiamata cellula T killer per cercare e distruggere le cellule infettate da coronavirus che mostrano i frammenti di proteine ​​spike sulla loro superficie.
Il vaccino Pfizer-BioNTech richiede due iniezioni, somministrate a distanza di 21 giorni, per innescare il sistema immunitario abbastanza bene da combattere il coronavirus.
Ma poiché il vaccino è così nuovo, i ricercatori non sanno per quanto tempo potrebbe durare la sua protezione. Uno studio preliminare ha rilevato che il vaccino sembra offrire una forte protezione circa 10 giorni dopo la prima dose , rispetto alle persone che assumono un placebo.
È possibile che nei mesi successivi alla vaccinazione il numero di anticorpi e di cellule T killer diminuirà.
Ma il sistema immunitario contiene anche cellule speciali chiamate cellule B della memoria e cellule T della memoria che potrebbero conservare le informazioni sul coronavirus per anni o addirittura decenni.
Il vaccino Pfizer / BioNTech, sebbene entusiasmante, comporta sfide logistiche. Tra questi, il vaccino Covid dovrà essere conservato e trasportato a circa -70 ° C.
Per mantenere il vaccino Covid alla temperatura ultra bassa richiesta, le dosi saranno confezionate con anidride carbonica solida e collocate in contenitori riutilizzabili che assomigliano a scatole di pizza per la spedizione.
Una volta in Italia, il vaccino Covid sarà trasportato ai centri di vaccinazione: lì possono essere conservati in normali frigoriferi medici a 2 ° C-8 ° C per un massimo di cinque giorni, oppure le scatole di spedizione potranno essere riempite con ghiaccio secco ogni cinque giorni consentendo al vaccino una conservazione fino a 30 giorni.
La temperatura del vaccino Covid sarà attentamente monitorata in ogni fase del trasporto per garantire che le dosi non diventino instabili e inefficaci.  
Tuttavia Pfizer ha detto che il vaccino Covid verrà spedito "just in time", il che significa che le dosi congelate vengono rapidamente consegnate ai centri di vaccinazione secondo necessità.
Sia il vaccino Moderna mRNA che il vaccino dell'Università di Oxford / AstraZeneca (che utilizza un innocuo virus del raffreddore di scimpanzé per fornire informazioni genetiche dal coronavirus alle cellule umane) hanno rilasciato i risultati della sperimentazione clinica di fase 3 e sono in fase di revisione da parte dell'MHRA.
Questi vaccini hanno un vantaggio chiave rispetto al jab Pfizer / BioNTech: non è necessario mantenerli a -70 ° C.  
Infatti il ​​vaccino Moderna può essere conservato a -20 ° C ed è stabile fino a 30 giorni a temperature comprese tra 2 ° C e 8 ° C, mentre il vaccino dell'Università di Oxford / AstraZeneca può essere conservato tra 2 ° C e 8 ° C per almeno sei mesi.   Ciò rende questi vaccini più facili da distribuire in luoghi come case di cura, carceri e case dei pazienti.



___________________


PRENOTA ADESSO UNA VISITA
CHIAMA LO
OPPURE LO

OPPURE INVIACI UN EMAIL
info@f-medical.it

F-Medical Group
Via Armando Fabi 41 EX CENTRO GLOBO
CAP: 03100 - Frosinone







Privacy Policy
C.S. F-MEDICAL GROUP S.c. a r.l. - Via Armando Fabi, 41 - 03100 Frosinone (FR) - Tel. 0775.174.1655  - Email:  info@f-medical.it  - pec:  fmedical@pec.it
C.F./P. IVA 03000950604 - Iscrizione CCIAA FR - REA FR-193127 - Aut. Reg. n. G00839 - Dir. San. Dott. Giovanni Cirillo  iscritto O.d.M. FR n. 995
PRENOTA ADESSO UNA VISITA
CHIAMA 0775487906 - 07751741655


OPPURE INVIACI UNA EMAIL
Email: info@f-medical.it


F-Medical Group
Via Armando Fabi 41
EX CENTRO GLOBO
CAP: 03100 - Frosinone
P.IVA: 03000950604


Dir. San.
Dott. Giovanni Cirillo
iscritto O.d.M. FR n. 995
Lunedì - Venerdì
8:00 - 20:00
Sabato
8:00 - 13:00
Torna ai contenuti