Vai ai contenuti
Risonanza Magnetica Aperta
F-Medical Group la Salute a Frosinone
Pubblicato da in Articoli · 18 Luglio 2019

Generalità della Risonanza Magnetica

 
La risonanza magnetica aperta è una delle ultime tecnologie che rientrano nel campo della risonanza magnetica nucleare. La risonanza magnetica aperta è nata dalla richiesta di aiutare un target di persone che ha difficolta nell’eseguire l’esame diagnostico all’interno di una struttura cilindrica chiusa, il cui interno risulta molto ridotto ed opprimente. La risonanza magnetica aperta permette a tutte quelle persone claustrofobiche di eseguire l’esame diagnostico, inoltre grazie alla sua caratteristica permette di eseguire l’esame anche agli anziani ed ai bambini accompagnati dai genitori. Un altro vantaggio è quello che anche i pazienti obesi, grazie a delle bobine, possono affrontare l’esame senza problemi.


Quali indagini possono essere effettuate con la Risonanza Magnetica aperte?

   
La risonanza magnetica aperta è adatta all’esecuzione degli esami osteoarticolari, diagnostica delle piccole articolazioni, mano piede e caviglia. Essa è indicata per la diagnostica del Ginocchio, Spalla, Gomito, Anca, inoltre molte Risonanze Magnetiche aperte consentono anche lo studio della Colonna vertebrale, in particolare la parte Vertebrale, Cervicale e Lombare. La Risonanza Magnetica Aperta è poco adatta allo studio dell’Encefalo, del Tronco Encefalico e degli organi interni dell’Apparato Cardio Circolatorio.

 

Quanto dura una risonanza magnetica aperta?

 
L’ esame di Risonanza Magnetica Aperta ha una durata variabile che va dai 30 minuti ai 60 minuti a seconda del numero di tratti che bisogna indagare ed in base al Protocollo di acquisizione delle Immagini prestabilito da Medico Radiologo e dal tecnico radiologo che le esegue. Una volta eseguito l’esame di Risonanza Magnetica Aperta il soggetto può tornare a svolgere la sua attività quotidiana senza alcun tipo di restrizione.

risonanza magnetica aperta frosinone

 

Quali pazienti non possono svolgere la risonanza magnetica aperta?

 
La risonanza Magnetica Aperta non può essere eseguita da persone che hanno all’interno del corpo componenti metallici e persone che si sono sottoposte ad intervento di installazione di Pacemaker. Alcune persone che hanno effettuato l’installazione del Pacemaker in tempi recenti possono eseguire la risonanza magnetica poiché i materiali usati per gli ultimi dispositivi di Pacemaker sono compatibili con le onde magnetiche della risonanza. Per effettuarla però il paziente deve munirsi di tutta la documentazione dei materiali relativa al dispositivo installato.


 

Vediamo in breve cose è una Risonanza Magnetica Aperta

 
La risonanza magnetica aperta permette di visualizzare immagini attraverso campi magnetici e onde radio di bassa potenza e pericolosità, a differenza delle radiazioni ionizzanti immesse dalle apparecchiature Tac ed RX. La Risonanza Magnetica Aperta può essere considerata un esame innocuo che permette di visualizzare, attraverso l’acquisizione delle immagini, i diversi tessuti che costituiscono il nostro corpo, ovvero: ossa, muscoli, legamenti, tendini, nervi e strutture vascolari. La Risonanza Magnetica Aperta può essere utilizzata per effettuare diagnosi Ortopediche e Traumatologiche, diagnosi Vascolari e Nervose ed infine in alcuni casi possono essere effettuate anche Diagnosi di Origine Oncologiche.
 
 

Dove si può effettuare la Risonanza Magnetica?

 
L’esame di Risonanza magnetica Aperto può essere eseguito sia negli ospedali pubblici, sia nelle cliniche private ma anche negli ambulatori in cui è presente la Sezione di Radiologia. L’esame di Risonanza magnetica Aperta viene eseguito dal Tecnico Radiologo e Refertato dal Medico competente Specialista in Radiologia.   
 
 

Come è fatto un apparecchio di Risonanza Magnetica Aperta?

 
L’apparecchio di Risonanza Magnetica Aperta è costituito da due grandi solenoidi che rappresentano le due piastre, superiore ed inferiore, che creano una grande struttura a forme di C al cui interno si genera il campo magnetico che a sua volta rappresenta la sorgente delle onde radio.

esame risonanza magnetica aperta frosinone
 
 

Perché avere una Risonanza Magnetica Aperta?

 
Avere una Risonanza Magnetica aperta è importante poiché in Italia il numero degli obesi è in crescita e la loro difficoltà ad eseguire l’esame in uno spazio ridotto come quello presente nella classica Risonanza Magnetica Chiusa è abbastanza elevato. L’aumento dei pazienti Claustrofobici rappresenta circa il 10% della popolazione
 
Inoltre la Risonanza Magnetica Aperta nasce dall’esigenze di far eseguire l’esame anche ai pazienti più piccoli, che accompagnati da un adulto possono essere rassicurati e svolgere l’esame comportandosi in maniera diligente.

risonanza magnetica aperta per obesi
 

Usi

 
La risonanza magnetica aperta viene eseguita per studiare i seguenti apparati:
 
  • strutture Vertebrali (in particolare la Colonna Cervicale, La colonna Dorsale e la Colonna lombare);
  • studio delle articolazioni più importanti (Ginocchio, Spalla, Caviglia, Gomito, Piede);
  • studio del Bacino e Piccola Pelvi;
  • studio delle strutture muscolari.

tempi risonanza magnetica frosinone
       
 

Risonanza magnetica aperta: gli Svantaggi

 
La risonanza Magnetica Aperte presenta degli svantaggi in termini di risoluzione, infatti è meno affidabile per lo studio degli Organi interni e delle strutture Nervose Centrali ovvero Encefalo e Tronco encefalico.
 
E’ opportuno che in tal caso venga utilizzata ancora una Risonanza Magnetica Chiusa.
 
 

Risonanza Magnetica Aperta: la Preparazione

 
L’esame di Risonanza Magnetica Aperta non prevede alcun tipo di preparazione, nessuna dieta, nessun digiuno o altro per tutti gli esami eseguiti senza mezzo di contrasto.
 
 

Risonanza Magnetica Aperta: l’Esecuzione

 
L’esecuzione dell’esame di Risonanza Magnetica Aperta prevede che il soggetto che effettua l’esame, venga informato del tipo di esame, dell’eventuali controindicazioni all’esecuzione dell’esame. Una volta compreso tutte le informazioni il Paziente compilerà un modulo dove sono riportati i vari dati del paziente, se il paziente è portatore di Pacemaker, se ha subito degli interventi con innesto di Protesi; se si di che tipo di materiale è composta la Protesi ( nel caso in cui il paziente avesse una Protesi il cui materiale è di origine Metallica il tutto rappresenterebbe una controindicazione assoluta all’esecuzione dell’esame di Risonanza Magnetica Aperta), se è in uno stadio di gravidanza. Una volta compilato il modulo e inserito tutte le varie informazioni, il paziente prima di iniziare l’esame si denuda di tutti gli oggetti che potrebbero creare alterazioni al campo magnetico (cinture, collanine, bracciali, orecchini ed altro purché vengono tolti tuti quegli oggetti che hanno delle componenti metalliche). Stessa identica procedura deve essere eseguita nel caso in cui ad eseguire l’esame fosse un paziente minore, in tal caso anche l’accompagnatore dovrà eseguire la stessa procedura.  Dopo avere compilato le classiche domande, essersi denudato di tutti gli oggetti metallici, il paziente viene posto in posizione supina sul lettino e posizionato all’interno dei magneti che successivamente genereranno le onde radio per l’acquisizione delle immagini. Tale procedura di accomodamento viene eseguita dal tecnico radiologo, il quale seguirà il paziente  e le darà tutte le indicazioni necessarie di tutto ciò che verrà fatto e chiederà al paziente soprattutto la completa immobilizzazione durante l’esame al fine di rendere il più possibile nitide le immagini della Risonanza Magnetica Aperta.
 
Una volta posizionato il paziente all’interno della Risonanza Magnetica Aperta inizieranno le sequenze di acquisizione delle immagini. Durante l’esecuzione dell’esame il Tecnico radiologo attraverso un impianto altoparlante comunicherà con il paziente al fine di monitorare continuamente le sue condizioni e verificare eventuali problemi e malesseri durante l’esecuzione dell’esame.
 
Essendo l’esame di Risonanza Magnetica Aperta molto rumoroso e fastidioso per il paziente ed il suo eventualmente accompagnatore, il tecnico radiologo fornirà delle cuffie idonee.

 
 
risultato risonanza magnetica aperta
 
 

 

La Risonanza Magnetica Aperta: I Rischi

 
L’esame di risonanza magnetica aperta può essere considerato un esame altamente sicuro ed altamente innocuo per il corpo umano e non prevede l’immissione di nessuna Radiazione Ionizzante. Data la mancanza di Radiazioni Ionizzanti l’esame di Risonanza Magnetica Aperta può essere eseguito più volte senza incombere incontro a nessun rischio.
 
 

Risonanza magnetica aperta e gravidanza

 
Finora, nessuno studio ha dimostrato che i campi magnetici e le onde radio della risonanza magnetica abbiano un effetto teratogeno sul bambino quando ancora è nell'utero materno.
 
Tuttavia i medici sconsigliano alle donne incinte di sottoporsi a qualsiasi tipo di risonanza magnetica, che abbia per oggetto l'addome e la pelvi, nei primi 3-4 mesi di gravidanza; dopodiché c'è maggiore libertà.
 
In ogni caso, il medico dev'essere sempre informato di una possibile gravidanza.
 
 

L’esame di Risonanza Magnetica Risultati

 
I risultati dell’esame di Risonanza Magnetica Aperte vengono quasi sempre rilasciati entro due, tre giorni dall’esecuzione dell’esame stesso.



PRENOTA ADESSO UNA VISITA
CHIAMA LO
OPPURE LO

OPPURE INVIACI UN EMAIL
info@f-medical.it

F-Medical Group
Via Armando Fabi 41 EX CENTRO GLOBO
CAP: 03100 - Frosinone



Privacy Policy







Dove Siamo
Prenota Una Visita
C.S. F-MEDICAL GROUP S.c. a r.l. - Via Armando Fabi, 41 - 03100 Frosinone (FR) - Tel. 0775.174.1655  - Email:  info@f-medical.it  - pec:  fmedical@pec.it
C.F./P. IVA 03000950604 - Iscrizione CCIAA FR - REA FR-193127 - Aut. Reg. n. G00839 - Dir. San. Dott. Giovanni Cirillo  iscritto O.d.M. FR n. 995
Sito Web Realizzato da: DAG STUDIO
Torna ai contenuti