Email: info@f-medical.it -
F-medical Group - Centro Medico Polispecialistico  -  Via Armando Fabi, 41 EX CENTRO GLOBO  -
fmedical logo piccolo
Vai ai contenuti
Servizi > Radiologia

ECOGRAFIA

 
Lecografia è unattività diagnostica non invasiva che fornisce informazioni utili riguardo lo stato degli organi interni e per questo motivo la si utilizza per diagnosticare una vasta gamma di disfunzioni e patologie. Attraverso la lettura di onde sonore ad alta frequenza lecografia riproduce su uno schermo le immagini delle strutture interne del corpo.
 
Grazie all’ecografia il medico può indagare l’interno del corpo umano, in particolare organi visibili soltanto nella sala operatoria, scoprendo e diagnosticando molte malattie e seguendone l’evoluzione delle stesse.

Quale è il principio di funzionamento dell’ecografia?

 
L’ecografia basa il suo funzionamento sulla trasmissione di ultrasuoni, che vengono generati nella sonda (ovvero l’apparecchio che il medico tiene nella mano e poggia sul paziente durante l’esame diagnostico).
 
Le sonde hanno varie forme in base all’esame da effettuare. Prima dell’esame il medico cosparge un gel acquoso sulla sonda per eliminare la formazione di aria fra essa e la pelle, dando vita ad uno strato “liquido” nel quale gli ultrasuoni viaggiano meglio.
 
Gli ultrasuoni prodotti dalla sonda viaggiano nel corpo e nel momento in cui trovano l’ostacolo, ovvero gli organi interni, tornano indietro, è in questo momento che la sonda ecografia è in grado di leggere il ritorno degli ultrasuoni.
 
Il computer dell’ecografo trasforma questi ritorni di ultrasuoni in dei puntini di diversa gradazione a seconda dell’intensità e vanno a formare le immagini che scorrono sullo schermo.
 
Tutto ciò ci fa capire come l’ecografia sia l’esame diagnostico adatto allo studio degli organi ma non indicato per le ossa.

macchina ecografica frosinone

 GUARDA LA PREPARAZIONE PRIMA DI EFFETTUARE UNA ECOGRAFIA

Come viene effettuata un’ecografia dal Dottore?

L’esame, la cui durata è molto variabile anche in base alla collaborazione del paziente, si esegue utilizzando un ecografo esterno che può anche essere inserito all’interno del corpo (es. ecografia transvaginale). Le onde sonore che vengono indirizzate verso specifiche zone del corpo attraverso l’utilizzo del gel che viene applicato sulla pelle o sulla sonda, danno vita a degli “echi” che sono diversi a seconda dell’organo o del tessuto , e questi “echi” vengono riprodotti attraverso immagini. Queste immagini vengono valutate istantaneamente da un Medico Radiologo che, finito l’esame, prepara un referto scritto.



Perché il nostro medico di famiglia o uno specialista  prescrivono un’ecografia?

L’ecografia è uno strumento diagnostico utile prima di arrivare ad eseguire esami più approfonditi come RM, TAC oppure PET. L’esame è preciso e si può svolgere a tutte le età, anche in gravidanza poiché utilizza ultrasuoni e non radiazioni.

Per prima cosa può essere prescritta per una valutazione primaria di determinate e varie patologie e condizioni che sono da monitorare. Quelle più comuni sono:

  • controllare utero e ovaie nelle donne in gravidanza e valutare il feto;
  • lesioni muscolari;
  • tendinite di tutte le articolazioni del corpo;
  • diagnosticare calcoli biliari o renali;
  • osservare flusso sanguigno nelle vene e nelle arterie;
  • evidenziare neoformazioni nel seno;
  • analizzare la ghiandola tiroidea;
  • scoprire e controllare anomalie all’interno della vescica;
  • diagnosticare alcuni tipi di cancro;
  • individuare anomalie,cisti, noduli o malformazioni nell’apparato riproduttivo femminile;
  • individuare anomalie nella prostata;
  • guidare la biopsia o i trattamenti mirati per alcuni tipi di tumore.

diagnostica ecografica frosinone
               

Benefici dell’ecografia

L’ecografia viene prescritta molto spesso data la sua economicità e la sua sicurezza, infatti rappresenta il primo test diagnostico prescritto ed attendibile, che poi se necessario viene accompagnato da altri esami più costosi (TAC e risonanza magnetica). Visto che il mezzo diagnostico che viene utilizzato sono le onde sonore il rischio che il paziente corre è pari a 0.
  
L’unico limite è rappresentato dal fatto che gli ultrasuoni non possono oltrepassare le ossa e non riescono a leggere organi ed apparati che presentano del gas.

Controindicazioni

Non esistono controindicazioni all’esecuzione dell’ecografia ma esistono delle controindicazioni che riguardano la somministrazione del mezzo di contrasto derivate da allergie e gravidanze.  

ecografia in gravidanza frosinone
 
 
 

Come si svolge l’esame ecografico per un paziente?


Il paziente non deve presentare gioielli, orologi, cinture ed altri accessori di metallo. Egli dovrà sdraiarsi sul lettino e denudare la parte che bisogna essere sottoposta al controllo e sulla quale il medico applicherà un gel che ha lo scopo di impedire la formazione di bolle d’aria che potrebbero bloccare gli ultrasuoni. A questo punto ha inizio l’esame facendo scorrere l’ecografo sulla zona da monitorare. L’ecografia non ha una durata lunga e la tempistica varia in base a ciò che si deve monitorare (pochi minuti per i singoli organi , 30 minuti ed oltre per aree più vaste come l’addome).
 
Questo esame diagnostico è assolutamente innocuo e non provoca ne dolore ne fastidio.
Per quanto riguarda invece le gravidanze la tempistica dipende dalla posizione assunta dal feto
In alcuni casi, come detto precedentemente, l’ecografia può essere effettuata anche all’interno del corpo:
  
  • ecografia transvaginale;
  • ecografia transrettale.

Ecografia Transvaginale

Questa tipologia di ecografia permette di indagare dall’interno tutto l’apparato genitale femminile attraverso una sonda ecografia specifica.
 
Grazie a questo esame è possibile avere delle informazioni riguardanti:
 
  • stato della vagina;
  • stato dell’utero;
  • stato delle ovaie.

Tutto ciò per scoprire eventuali patologie come:
 
  • cisti ovariche
  • fibromi all’utero
  • tumori
  • malformazioni uterine
L’esame non provoca dolore e può essere eseguito dalla paziente sia in menopausa che in qualsiasi momento del ciclo mestruale

Ecografia Transrettale

Questa tipologia di ecografia permette di indagare soprattutto la ghiandola prostatica e tramite una sonda specifica, che viene inserita in un brevissimo tratto del retto, riesce ad emettere degli ultrasuoni per l’esplorazione della ghiandola sopracitata.
 
Oltre a questo esame però il paziente per avere un quadro completo ha bisogno anche di una biopsia attraverso il prelievo di tessuto che viene poi esaminato nel laboratorio.
Questo esame è controindicato per pazienti con emorroidi, ragadi e stenosi.
 
L’ecografia transrettale viene effettuata per:
 
  • valutare lo stato della ghiandola prostatica;
  • indagare le cause per livelli di PSA non adeguati;
  • proporre terapia per eventuali tumori alla prostata;
  • prevenzione della prostata.

Occorre una preparazione specifica?

Per alcune tipologie di ecografia sono previste delle preparazioni specifiche  ma al momento della prenotazione sarà il nostro operatore a darvi indicazioni più precise.

Possono essere utili le indagini effettuate precedentemente o le cartelle cliniche che indicano gli interventi chirurgici ed i farmaci che vengono assunti?

  
Sì, è molto importante portare con sé  le indagini precedenti anche diverse dall’ecografia, le cartelle che indicano interventi chirurgici effettuati ed i referti delle visite specialistiche . E’ importante anche indicare i farmaci che si stanno assumendo.

L’ecodoppler cosa è?

 
L’ecodoppler è un’ecografia che non fa altro che sfruttare l’effetto chiamato “doppler”.
 
Questo effetto permette di capire velocità e direzione di un corpo che si muove (sangue) colpendolo con un fascio di ultrasuoni.

L’eco-colordoppler cosa è?


L’ ecocolor-doppler si basa sullo stesso principio del doppler prima descritto: questo sistema, infatti, integra l'informazione relativa ai flussi e l'immagine bidimensionale in tempo reale dove, per convenzione, i flussi in avvicinamento hanno colore rosso e quelli in allontanamento hanno colore blu. Nel caso della presenza di una turbolenza, per esempio in sede di biforcazione del vaso, si avrà un'alternanza di chiazze blu e rosse.  è così possibile  differenziare la direzione dei flussi in relazione alla sonda; tali sistemi, inoltre, aiutano a valutare la velocità ed il regime laminare (a proiettile) o turbolento del flusso.
 
Durante l'esecuzione di questo esame diagnostico si possono udire dei suoni che hanno varia frequenza in base alla velocità dei globuli rossi all'interno del vaso in esame e il macchinario, attraverso questi suoni che produce, trae informazioni diagnostiche sulle caratteristiche del flusso.
 

Quando vengono utilizzate queste due tipologie di indagini diagnostiche?

 
Eco doppler ed Eco-color doppler vengono utilizzati quando deve essere individuata la presenza di :
 
  • Restringimenti e occlusioni arteriose
  • Trombosi Venose ( soprattutto degli arti inferiori);
  • Vene varicose.

Questa tipologia di apparecchi permettono di ottenere, in maniera simultanea e soprattutto in tempo reale delle informazioni sulla morfologia e sulla  struttura degli organi che vengono esaminati e sulle caratteristiche di flusso nei vasi al loro interno, tutto ciò viene rappresentato sotto forma di punti colorati in modo vario. Ogni immagine che propone lo strumento per l’ecocolor doppler è dunque  il risultato di vari processi accaduti in momenti diversi.
 
Per individuare in maniera più semplice e veloce le variazioni del flusso l'ecocolordoppler utilizza diversi colori al segnale del flusso.
 
SERVIZI DEL CENTRO F-MEDICLA GROUP:
 
 
   •      ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO
 
   •      ECOGRAFIA ADDOME SUPERIORE
 
   •      ECOGRAFIA ADDOME INFERIORE
 
   •      ECOGRAFIA PELVICO GINECOLOGIA
 
   •      ECOGRAFIA VESCICO PROSTATICA
 
   •      ECOGRAFIA TRANSVAGINALE
 
   •      ECOGRAFIA TRANSRETTALE
 
   •      ECOGRAFIA GROSSI VASI ADDOMINALI
 
   •      ECOGRAFIA DEL CAPO E DEL COLLO
 
   •      ECOGRAFIA TIROIDEA
 
   •      ECOGRAFIA DELLA CUTE E DEI TESSUTI MOLLI
 
   •      ECOGRAFIA MAMMARIA
 
   •      ECOGRAFIA MUSCOLOTENDINEA
 
   •      ECOGRAFIA OSTEOARTICOLARE
 
   •      ECOGRAFIA SCROTALE
 
   •      ECOLORDOPPLER TRONCHI SOVRA AORTICI (TSA)
 
   •      ECOLORDOPPLER ARTERIOSO E VENOSO ARTI INFERIORI
 
   •      ECODOPPLER ARTERIOSO E VENOSO ARTI SUPERIORI

ATTENZIONE: PREPARAZIONE PRIMA DI EFFETTUARE UNA ECOGRAFIA

 
 

ECO COLOR DOPPLER ARTERIE RENALI E AORTA ADDOMINALE PREPARAZIONI ESAMI ECOGRAFICI:

 
 
   •      Fegato
 
   •      Pancreas
 
   •      Milza
 
   •      Reni
 
   •      Aorta addominale
 
   •      Linfonodi addominale
 
 
Nei due/tre giorni precedenti l’esame:
 
   •      Seguire le Norme Dietetiche riportate nello schema;
 
   •      Assumere Carbone Vegetale o Mylicon prima dei pasti;
 
   •      Presentarsi all’esame digiuni da almeno 6 ore.

Norme dietetiche prescritte:


Cibi ammessi:
 
   •      Acqua, Caffe, Thé Latte
 
   •      Pastina in brodo
 
   •      Pollame, Vitella, Fegato, Uova, Tonno, verdura
 
   •      Pomodoro
 
   •      Mele cotte Olio d’oliva
 
   •      Grissini e Fette biscottate in piccola

 
Cibi non ammessi:
 
   •      Bevande gassate, alcolici
 
   •      Pastasciutta, riso, minestre di Agnello, maiale, carni rosse, insaccati
 
   •      Insalate, legumi, patate
 
   •      Burro, panna
 
   •      Tutti i tipi di formaggi o latticini
 
   •      Tutti i tipi di frutta
 
   •      Tutti i tipi di dessert
 
   •      Tutti i tipi di paneù
  

ECOGRAFIA ADDOME INFERIORE

Comprende l’esame della vescica e della prostata/utero e ovaie. Bere un litro d’acqua finendo un’ora prima e trattenere lo stimolo alla minzione.
 

ECOGRAFIA DELL’ADDOME SUPERIORE

E composta da diverse ecografie:
 
   •      Epatica: comprende fegato, colecisti e vie biliari;
 
   •      Pancreas;
 
   •      Milza;
 
   •      Reni;
 
   •      Aorta addominale;
 
   •      Linfonodi addominali.

Le norme dietetiche con le apparecchiature di ultima generazione non sono più indispensabili, anche se sono sempre consigliabili. Gli ultrasuoni sono sempre ostacolati dal meteorismo intestinale per cui la riduzione del gas intestinale porterà sempre ad un risultato migliore. Solo raramente la presenza di gas non ci consentirà l’esecuzione dell’esame.
 
Se non ci sono motivazioni particolari per non seguire le norme dietetiche (bambini sono gli 8 anni, persone defedate o se l’urgenza non lo consente) è sempre meglio fare un piccolo sacrificio e seguire tali norme.
 
Nei due/tre giorni precedenti l'esame:
 
   •      Seguire le Norme Dietetiche riportate nello schema;
 
   •      Assumere Carbone Vegetale o Mylicon prima dei pasti;
 
   •      Presentarsi all'esame digiuni da almeno 6 ore.

Cibi ammessi:
 
   •      Acqua, Caffe, Thé Latte
 
   •      Pastina in brodo
 
   •      Pollame, Vitella, Fegato, Uova, Tonno, verdura
 
   •      Pomodoro
 
   •      Mele cotte Olio d’oliva
 
   •      Grissini e Fette biscottate in piccola

 
Cibi non ammessi:
 
   •      Bevande gassate, alcolici
 
   •      Pastasciutta, riso, minestre di Agnello, maiale, carni rosse, insaccati
 
   •      Insalate, legumi, patate
 
   •      Burro, panna
 
   •      Tutti i tipi di formaggi o latticini
 
   •      Tutti i tipi di frutta
 
   •      Tutti i tipi di dessert
 
   •      Tutti i tipi di pane
 

ECOGRAFIA OSTERTRICA

Nei primi tre mesi di gravidanza: bere un litro dacqua finendo unora prima e trattenere in vescica.
  
Dal quarto di gravidanza: non è necessaria la preparazione.
 

ECOGRAFIA PROSTATICA TRANSRETTALE

Bere ½ litro d’acqua un’ora prima dell’esame e trattenere in vescica. Fare un clistere di pulizia nel giorno dell’esecuzione dell’esame
POTREBBE INTERESSARTI
RADIOLOGIA CONVENZIONALE
ECOGRAFIA
RISONANZA
MOC
HAI BISOGNO DI UNA MOC, UNA ECOGRAFIA,
UNA RISONANZA O UNA RX
COMPILA IL FORM IN BASSO
E SCEGLI LA TIPOLOGIA





Termini e Condizioni
Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento alla memorizzazione dei miei dati nel vostro archivio secondo quanto stabilito dal regolamento europeo per la protezione dei dati personali n. 679/2016, gdpr.

Acconsento
Acconsento al trattamento dei dati personali, per finalità legate ad attività di marketing diretto (invio e ricezione di materiale informativo).
Privacy Policy







Dove Siamo
Prenota Una Visita
C.S. F-MEDICAL GROUP S.c. a r.l. - Via Armando Fabi, 41 - 03100 Frosinone (FR) - Tel. 0775.174.1655  - Email:  info@f-medical.it  - pec:  fmedical@pec.it
C.F./P. IVA 03000950604 - Iscrizione CCIAA FR - REA FR-193127 - Aut. Reg. n. G00839 - Dir. San. Dott. Giovanni Cirillo  iscritto O.d.M. FR n. 995
Torna ai contenuti